NONAME - Be Creative
Realizzazione siti internet
PrestaShop e-commerce specialist
Progettazione grafica
Servizi fotografici
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook
Web Marketing, Adwords, Campagne Facebook

OPEN SOURCE

Pubblicato da: NONAME Agency In: Web

NŌNAME Agency sposa pienamente la filosofia “open source” e realizza i propri siti, laddove possibile, utilizzando tecnologie e cms “open source”.

Open source significa letteralmente “codice sorgente aperto”, ovvero reso disponibile alla comunità degli sviluppatori e non soggetto al pagamento di una licenza d’uso. Questo offre immensi vantaggi per l’utilizzatore finale che non paga i costi di sviluppo o la licenza di un software personalizzato ed ha a disposizione soluzioni tecnologiche che vengono costantemente aggiornate. 

Lo sviluppo condiviso del software permette di realizzare programmi di ottima qualità grazie al continuo testing che sviluppatori ed utilizzatori eseguono durante il ciclo di vita del progetto. La possibilità di visionare il codice sorgente del programma, consente ai programmatori di rilevare eventuali bug e segnalare possibili migliorie al codice.

All'interno delle comunità di sviluppo, capita spesso che un programmatore identifichi un errore e lo segnali tempestivamente al responsabile del progetto con allegato il codice corretto. Questo sistema permette dunque di far visionare il codice a più persone contemporaneamente e contribuisce a produrre programmi di qualità.

Del resto difficilmente chi ha scritto il programma o parti di esso è anche un buon tester del programma. Ecco perché chi sviluppa software all'interno di comunità Open Source oltre che disporre di buone competenze tecniche e di programmazione, accetta e condivide di buon grado la possibilità che altri programmatori possano segnalare errori o miglioramenti al programma che lui ha scritto.

 

SOFTWARE CHE RISPONDE AI REQUISITI DEGLI UTILIZZATORI 

Diversamente da quanto avviene nello sviluppo di software commerciale/proprietario, dove tipicamente è il marketing a definire le caratteristiche del prodotto, nel modello Open Source chi definisce le caratteristiche e l'evoluzione del software sono gli utenti della comunità di sviluppo. Questo significa che le applicazioni Open Source sono molto concrete in quanto devono rispondere a requisiti specifici segnalati dagli utilizzatori stessi del programma.

Nel modello Open Source, non esiste il vincolo di dover inserire delle nuove funzionalità per giustificare una nuova versione del software a pagamento o un eventuale aumento del costo delle licenze.

Quante volte vi siete trovati a valutare l'aggiornamento di alcuni programmi e alla fine non avete riscontrato nella nuova versione del programma, elementi che interessavano il vostro reale utilizzo?

Spesso nel modello commerciale/proprietario, grazie alla forza del Marketing, si fa credere agli utenti che è indispensabile aggiornare i programmi per beneficiare di nuove funzionalità. L' utente difficilmente utilizza al 100% un software e spesso le nuove funzionalità contribuiscono in percentuale molto ridotta ad aiutare gli utenti nel loro lavoro.

 

LA LIBERTÀ DI UTILIZZO DEL SOFTWARE 

Con il software Open Source, l'utente è libero di utilizzare, modificare, distribuire il software come meglio crede. Non ci sono i vincoli dettati dalle licenze proprietarie che impongono agli utenti di acquistare le licenze in rapporto al numero degli utenti, vincolando il software ad eventuali modifiche strutturali, richiedendo costi di aggiornamento continui, a volte obbligatori.

Molto spesso i software Open Source vengono sviluppati per poter funzionare su molteplici piattaforme Hardware e Software. Questo significa poter utilizzare i programmi su molteplici sistemi operativi (LinuxWindowsUnixMac, etc.) e su svariati sistemi hardware.

Un software Open Source garantisce la libertà all'utente anche in casi di chiusura dell'azienda che ha sviluppato il prodotto, o nell'ipotesi che l'azienda venga ceduta a terzi. Scenari questi molto presenti nel mercato e che toccano anche aziende di grande dimensione. Anche in Italia questo fenomeno ha registrato molti casi e con buona probabilità si ripeteranno nel prossimo futuro.

Tutto questo per un'azienda che utilizza software Open Source significa salvaguardia gli investimenti. Nessuno potrà ricattare l'utente per obbligarlo a migrare il software verso nuove versioni, o peggio cambiare il programma in quanto non più supportato.

 

LA FORZA DELLE COMUNITÀ DI SVILUPPO 

I progetti Open Source vengono sviluppati tipicamente da comunità di programmatori e utilizzatori che condividono l'interesse verso una determinata applicazione o tecnologia.

Le comunità di sviluppo sono spesso di respiro internazionale e a volte raggiungono dimensioni molto ampie. Si pensi per esempio alla comunità di sviluppo che riguarda il sistema operativo Linux, una comunità di dimensioni ragguardevoli che in pochi anni è riuscita a produrre uno dei sistemi operativi più affidabili e performanti, utilizzato in tutto il mondo da milioni di utenti, grandi aziende, organizzazioni pubbliche.

Comunità significa dunque supporto, evoluzione, scambio culturale, utilizzo degli standard aperti per consentire una facile integrazione con altre tecnologie e altre comunità. Chi utilizza software Open Source può contare su un supporto professionale da parte di molte aziende di servizi e da parte della comunità stessa che sviluppa il software.

 

INDIPENDENZA DAL FORNITORE 

Ancora una volta la forza delle licenze Open Source è considerare centrale l'utilizzatore, che può decidere liberamente se rivolgersi ad una società di servizi professionali per ottenere consulenza, supporto e formazione per l'implementazione di un software Open Source.

In qualsiasi momento l'utente può decidere di cambiare fornitore di servizi, tutelando al 100% quanto finora sviluppato sul software Open Source.

Questo aspetto assume un significato molto importante in quanto mette nelle mani del cliente il potere di selezionare il fornitore, di non farsi condizionare da contratti e regole commerciali, di accedere a professionisti confrontando la qualità e il costo del servizio.

In sintesi dunque, con l'Open Source si ottengono molti vantaggi:

  • La disponibilità del codice, e la possibilità di utilizzarlo liberamente, fornisce cultura tecnica di qualità.
  • In cambio, anche la qualità di chi desidera contribuire, ritorna alla fonte.
  • Un software, che nessuno usa, non serve a nulla. E‘ costoso da realizzare. E’ costoso da mantenere.
  • Le licenze di software libero, sollecitano la diffusione LEGALE dei programmi. Più diffusione, significa più persone che lo proveranno, forniranno feedback, commenti, consigli, richieste, contributi.
  • Se un giorno, per un qualche motivo, si volesse cambiare licenza, il lavoro fin qui realizzato, sarà ancora a disposizione di tutti.

 

Questo meccanismo, è un ulteriore estensione di garanzie e diritti:
il diritto di non essere soggetti alle scelte altrui, ma solo alle proprie.

 

Tags: open source

TOP